"Modificare i regolamenti per dare stabilità al prossimo Parlamento"
La proposta avanzata da Luigi Zanda vede tra i firmatari anche la ministra Finocchiaro

“Condivido pienamente la proposta avanzata dal presidente Luigi Zanda, sostenuta anche da Sabino Cassese, di intervenire sui regolamenti delle Camere prima della fine di questa legislatura”. Lo afferma la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro.

“Un’esigenza – spiega la ministra – che appare ancora più urgente alla luce del confronto in corso alla Camera dei deputati sulla riforma elettorale. Integrare una legge simile a quella in vigore in Germania, secondo quanto si profila, con un istituto che ricorda quello della 'sfiducia costruttiva' garantirebbe infatti una maggiore stabilità al prossimo governo. Inoltre, limitare la frammentazione dei gruppi parlamentari, disciplinare in maniera più rigorosa l’utilizzo dei decreti-legge e impedire il ricorso a maxiemendamenti riporterebbe un maggiore equilibrio nel rapporto tra il Parlamento e l’esecutivo, valorizzando il ruolo del primo e consentendo al secondo di poter contare su una continuità nei rapporti di forza tra le componenti delle due Camere”.

“Nei mesi che ci separano dalle urne, abbiamo tutto il tempo per approvare queste modifiche ai regolamenti: in Senato esiste già una proposta che io stessa ho firmato. Mi auguro che ci sia anche la volontà politica per realizzare questo importante obiettivo”, conclude Finocchiaro.

Ultimo aggiornamento: martedì 6 giugno 2017