"Sicurezza, dal Governo una risposta pertinente, che sfugge al populismo"
La ministra Finocchiaro partecipa con il collega Minniti alla presentazione della rivista "Itinerari Interni"

finocchiaro_minniti.jpg

“L’impegno del Governo sul tema dell’immigrazione ha fornito ai cittadini la sensazione di quanto la loro preoccupazione sia al centro dell’attività dello Stato. Quando l’azione di governo è capace di sfuggire al populismo e alla paura e prova ad affrontare la questione per quello che è, quando la risposta dello Stato alla domanda di sicurezza è pertinente, ci si può aspettare che anche la percezione collettiva cambi”. Lo ha detto la ministra per i rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, intervenendo insieme al ministro Marco Minniti alla presentazione della rivista “Itinerari Interni”, edita dall’Ufficio Affari legislativi e Relazioni parlamentari del Ministero dell’Interno.

“Il mondo intero è funestato dal terrorismo jihadista – ha aggiunto la ministra –. Noi non riflettiamo abbastanza sulla necessità di sottolineare che in Italia esiste una delle migliori polizie del mondo, con un know how particolarmente avanzato”.

“Questo Governo ha provato a considerare il problema della sicurezza non con una sua banale riduzione, ma accettandolo come problema complesso. Non si tratta di vedere i carri armati per strada, ma serve una risposta più completa, che sta funzionando”, ha proseguito Finocchiaro. “La politica e il Governo raggiungono il loro risultato quando riescono anche a trasmettere un messaggio che cambia il senso comune”.

 

Ultimo aggiornamento: lunedì 6 novembre 2017