Milleproroghe. Fraccaro: Comuni virtuosi potranno spendere, svolta storica

7 agosto 2018

“I Comuni virtuosi potranno utilizzare gli avanzi di amministrazione, spendendo sul territorio le risorse che hanno in cassa. Con l’approvazione dell’emendamento di maggioranza al decreto proroga termini, che di fatto allenta i vincoli attuali, 

diamo una boccata d’ossigeno ai Comuni consentendo loro di espandere la spesa per investimenti. È una svolta storica per tutto il Paese”. Lo dichiara il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro. 

“Negli ultimi anni - aggiunge - i Comuni hanno subito tagli pesantissimi, pari a 8 miliardi dal 2011 al 2017. Con il patto di stabilità prima e il pareggio di bilancio poi, i sindaci sono stati costretti a ridurre i servizi essenziali visto anche il mancato reintegro delle risorse tagliate. Il Governo intende invertire la rotta dell’austerità e la norma inserita nel decreto proroga termini va in questa direzione. Sarà infatti possibile sbloccare 140 milioni di euro per l’anno 2018, 320 milioni di euro per l’anno 2019, 350 milioni di euro per l’anno 2020 e 220 milioni di euro per l’anno 2021 grazie a un Fondo per favorire gli investimenti degli Enti locali attraverso l’utilizzo dei risultati di amministrazione degli esercizi precedenti. Un miliardo di euro in 4 anni da investire per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Anche la Corte costituzionale si è espressa contro la limitazione dell'utilizzo dell'avanzo di amministrazione da parte dei Comuni, che devono potersi liberare dai vincoli imposti negli ultimi anni. Il Governo - conclude Fraccaro - attua il cambiamento anche nel rapporto con le comunità locali, valorizzandole e mettendole in condizione di spendere le risorse a beneficio dei cittadini”.

Torna all'inizio del contenuto