Sì definitivo del Parlamento alla riduzione dei parlamentari

8 ottobre 2019

Con il voto odierno alla Camera dei Deputati è stato definitivamente approvato il disegno di legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari. I deputati passeranno da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200. I voti a favore sono stati 553 con 14 contrari e due astenuti.

“Il voto di oggi che riduce il numero dei parlamentari è un passaggio storico per il nostro Paese. Il risultato più importante sicuramente riguarda il fatto che, mantenendo questo impegno, ridaremo ai cittadini maggiore fiducia nella politica” ha affermato Federico D’Incà, Ministro per i Rapporti con il Parlamento con delega alle Riforme Istituzionali.

Secondo D’Incà "veniamo da anni di disaffezione e scollamento dell'elettorato dalle istituzioni e dai meccanismi parlamentari: accanto allo snellimento delle procedure, alla riduzione dei costi e all'efficienza, in un quadro di riforme complessivo al quale lavoreremo nei prossimi mesi, ci sarà un rafforzamento della capacità rappresentativa delle istituzioni. La costruiremo insieme ai cittadini con un programma di riforme che, a piccoli passi, modificherà in meglio l'impianto della nostra democrazia”.

“Oggi non si chiude un percorso, ma si apre una nuova stagione: ne consegneremo i frutti alle future generazioni – ha concluso il Ministro per i Rapporti con il Parlamento”.

Torna all'inizio del contenuto