Riforme. Fraccaro, interessi Paese prima di interessi poltrone

13 agosto 2019

"Il Movimento 5 Stelle ha raccolto le firme necessarie per chiedere una convocazione straordinaria della Camera ai sensi dell'articolo 62 della Costituzione. Vogliamo che il taglio del numero dei parlamentari venga discusso in Aula perche' abbiamo il dovere di mettere gli interessi del Paese prima delle poltrone. Dopo trent'anni di promesse agli italiani tutte le forze politiche devono sentire questa responsabilita'". Lo dichiara il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro. "Per mesi e mesi abbiamo lavorato al taglio dei parlamentari, in Commissione e in Aula, sia alla Camera che al Senato. Ora - aggiunge - bastano poche ore per approvare definitivamente questa riforma epocale: con 345 deputati e senatori in meno il Parlamento sara' piu' efficiente e si risparmieranno 500 milioni di euro ogni cinque anni. Un solo giorno di lavoro e daremo concretezza al cambiamento che i cittadini ci hanno chiesto. Il M5S e' impegnato da sempre a portare avanti il taglio dei parlamentari. La Lega l'ha votato per tre volte, Fratelli d'Italia anche, Forza Italia due e il Pd in larga parte si dice a favore. A parole siamo tutti d'accordo: ora - conclude Fraccaro - passiamo ai fatti".

Torna all'inizio del contenuto