Riforme: Fraccaro, voto su taglio parlamentari, avanti

9 luglio 2019

"Giovedi' il Senato votera' sul taglio del numero dei parlamentari e poi passera' a Montecitorio per l'approvazione definitiva. E' una riforma epocale che rendera' piu' efficienti le Camere e fara' risparmiare ai cittadini 500 milioni di euro a legislatura. Per questo la maggioranza andra' avanti compatta. Spiace che le opposizioni, Pd e Forza Italia, perdano l'ennesima occasione per essere coerenti visto che si sono sempre dette a favore del taglio. Noi manteniamo gli impegni con gli italiani". Lo dichiara il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta Riccardo Fraccaro.

"Con 400 deputati e 200 senatori i cittadini avranno un rapporto piu' accurato con i propri rappresentanti in Parlamento, potendo cosi' esercitare un controllo piu' puntuale del loro operato. Il Parlamento - aggiunge Fraccaro - lavorera' con maggiore agilita' ed efficienza, come dimostrano le esperienze istituzionali delle Camere con meno rappresentanti. Grazie a questa riforma l'Italia non sara' piu' il Paese con il piu' alto numero di rappresentati direttamente eletti d'Europa e si dara' una decisa sforbiciata ai costi della politica. C'e' da augurarsi la piu' ampia condivisione possibile tra le forze politiche. Prendiamo atto che il Pd, contraddicendo qualunque sua promessa, ha deciso di votare contro e Forza Italia, che in precedenza aveva votato il testo sia al Senato che alla Camera, ha deciso di voltare le spalle ai cittadini. Governo e maggioranza si presenteranno compatti a questo vero e proprio appuntamento con la storia: e' da trent'anni che i partiti dicono di voler tagliare il numero dei parlamentari. Ora noi passiamo ai fatti perche' - conclude Fraccaro - per noi gli interessi dei cittadini vengono prima delle poltrone".

Torna all'inizio del contenuto