Voto di scambio, Fraccaro: "Con noi la mafia fuori dallo Stato"

7 marzo 2019

“La Camera ha approvato la proposta di legge del M5S per contrastare il voto di scambio politico-mafioso. Il provvedimento modifica l’articolo 416 ter del codice penale e inasprisce le pene nei confronti di quei politici che scendono a patti con la criminalità organizzata in cambio di voti, di una poltrona e del potere. È una legge di cui andiamo orgogliosi, che tutela il rispetto della democrazia e del diritto di voto dei cittadini. Con noi la mafia rimane fuori dallo Stato”. Lo scrive su Facebook il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, che aggiunge: “Il M5S si è sempre battuto per dare al Paese istituzioni pulite, libere da corrotti, impresentabili e mafiosi. Oggi, con l’approvazione alla Camera di questa legge, ribadiamo chiaramente che chi amministra la cosa pubblica non può siglare accordi inconfessabili con le associazioni mafiose”. “Ora – conclude - il provvedimento andrà al Senato per l’approvazione definitiva. La politica deve tornare a rispondere esclusivamente ai cittadini che scelgono legittimamente i loro rappresentanti. È un ulteriore tassello della nostra rivoluzione culturale per costruire un Paese migliore”.

Torna all'inizio del contenuto