Decreto 'Sostegni Bis'

22 luglio 2021

Con 213 voti favorevoli, 28 contrari e un astenuto il Senato della Repubblica ha approvato, in seconda lettura, il disegno di legge di conversione del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 (Decreto ‘Sostegni bis’).
Il provvedimento contiene misure connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali.

In particolare, sono presenti misure per le attività produttive con contributi a fondo perduto e misure per il sostegno alla liquidità delle imprese.

Presenti sostegni agli enti territoriali con un intervento sul fondo per la liquidità di enti locali, regioni e province autonome.

Diversi gli interventi per il settore sanitario, tra cui nuove risorse per il Commissario straordinario per l’emergenza Covid, disposizioni in materia di ricerca e sviluppo di vaccini e farmaci e risorse destinate al rilancio del piano di recupero delle liste di attesa.

Introdotte, inoltre, nuove disposizioni in materia di Naspi e reddito di emergenza con ulteriori quattro quote relative alle mensilità di giugno, luglio, agosto e settembre 2021.

Tra le misure in tema di lavoro, proroga dell’indennità a lavoratori stagionali, turismo e spettacolo; indennità anche per i collaboratori sportivi. Presenti, inoltre interventi per il turismo, cultura (teatri, cinema e audiovisivo).

Tra le principali misure introdotte dal Parlamento:

Incremento di risorse finanziarie per il sostegno di misure in diversi settori quali:

- Terzo settore
- Non autosufficienze
- Fiere e servizi di logistica e trasporto e di allestimento
- Comprensori e aree sciistiche a carattere locale alle regioni e    alle province autonome di Trento e di Bolzano
- città portuali
- comuni in dissesto
- prevenzione dell’usura

Wedding, intrattenimento e dell’HORECA: contributi a fondo perduto per un importo complessivo di 60 milioni di euro per l’anno 2021 per ristorare le perdite subite dalle imprese operanti nel settore delle feste, comprese quelle matrimoniali, dell'intrattenimento e del catering.

Giochi olimpici e paraolimpici invernali di Milano-Cortina 2026: stanziati 35 milioni di euro per l'anno 2021 destinati ad interventi per le infrastrutture sportive.

IMU: esenzione dal versamento dell'IMU per i proprietari locatori di immobili ad uso abitativo oggetto di sfratto sospeso fino al 30 giugno 2021. In relazione a questa misura è istituito un fondo di ristoro per i comuni di 115 milioni di euro per l'anno 2021.

Settore elettrico: anche ai fini del contenimento degli adeguamenti delle tariffe del settore elettrico fissate dall’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente previsti per il terzo trimestre dell’anno 2021, quota parte dei proventi delle aste delle quote di emissione di anidride carbonica (CO2) sono destinati al sostegno delle misure di incentivazione delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica, che trovano copertura sulle tariffe dell’energia.

Canoni demaniali marittimi: per l’anno 2021, l’importo annuo del canone dovuto quale corrispettivo dell’utilizzazione di aree e pertinenze demaniali marittime per attività sportive, ricreative e legate alle tradizioni locali, non può essere inferiore a euro 500.

Riciclo dell’alluminio piccolo e leggero: istituito un fondo di 3 milioni di euro per 2021 e 2022 per l’installazione di tecnologie per il potenziamento della selezione e per l’avvio al riciclo.

Attività di bed & breakfast: istituito un fondo di 5 milioni di euro per il 2021 per il sostegno delle attività delle strutture ricettive alberghiere a carattere non imprenditoriale delle agenzie di animazione per feste e villaggi turistici.

Industria conciaria: istituito un fondo di 10 milioni di euro per il 2021 per sostenere l’industria conciaria e per tutelare le filiere e la programmazione di attività di progettazione, di sperimentazione, di ricerca e di sviluppo nel settore conciario.

Ulteriori misure di sostegno per il settore sportivo: 4 milioni di euro per il 2021 e 2022, anche in considerazione dello svolgimento delle attività preparatorie dei Campionati europei di nuoto che si svolgeranno a Roma nell’anno 2022.

Settore bio-medicale: 400 milioni di euro, destinati alla promozione della ricerca e alla riconversione industriale del settore.

Credito d’imposta per la ricerca biomedica: riconosciuto in via sperimentale, per l’anno 2021, nel limite di spesa complessivo di 11 milioni di euro per l’anno 2021, un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 17 per cento delle spese sostenute da enti di ricerca privati senza finalità di lucro per l’acquisto di reagenti e apparecchiature destinati alla ricerca scientifica.

Reagenti e apparecchiature diagnostiche: riduzione IVA del 5 per cento per progetti di ricerca scientifica nel campo delle biotecnologie e della biomedicina integralmente finanziati da fondi europei.

Lavoratori socialmente utili: assunzioni a tempo indeterminato anche da parte delle amministrazioni pubbliche presso le quali risultano temporaneamente utilizzati i lavoratori socialmente utili

Ristorazione collettiva: contributi a fondo perduto pari a 100 milioni per il 2021 per le imprese operanti nel settore.

Polizze assicurative per il rimborso delle spese sanitarie di turisti stranieri che siano colpiti, nel corso del loro soggiorno in Italia, da COVID-19 (istituito un fondo di 3 milioni di euro per il 2021).

Formazione professionale di alto livello dei propri dipendenti: riconosciuto un credito d’imposta misura pari al 25 per cento, fino ad un massimo di 30.000 euro, sui costi sostenuti dalle imprese indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano, che effettuano spese per attività di formazione professionale di alto livello nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2020.

Assunzioni di personale presso i Ministeri della cultura, della giustizia e dell’istruzione nelle regioni dell’obiettivo europeo “Convergenza” a tempo determinato e a tempo parziale di diciotto ore settimanali, della durata di diciotto mesi, alle quali sono prioritariamente ammessi i soggetti già inquadrati come tirocinanti nell’ambito dei percorsi di formazione e lavoro nei rispettivi ministeri.

Enti di area vasta: previsti 5 milioni di euro per l'anno 2021 per il sostegno degli enti di area vasta in situazione di dissesto finanziario.

Università del Mezzogiorno: riconosciuto un contributo di 2 milioni di euro al fine di potenziare l’attrattività degli atenei del Mezzogiorno, alle università statali e non statali legalmente riconosciute.

Automotive: istituita la fondazione Centro italiano di ricerca per l’automotive, sui temi tecnologici e sugli ambiti applicativi relativi alla manifattura nei settori dell’automotive e aerospaziale, nel quadro del processo Industria 4.0. Previsti incentivi per un ammontare complessivo di 350 milioni di euro per l’acquisto di veicoli elettrici e usati meno inquinanti.

Valorizzazione del patrimonio immobiliare di interesse storico e artistico: istituito un fondo di 1 milione di euro per gli anni 2021 e 2022 per il restauro e per altri interventi conservativi sugli immobili di interesse storico e artistico.

Editoria e stampa: credito d’imposta per l’anno 2021 nella misura del 10 per cento delle spese sostenute nell’anno 2020 per l’acquisto della carta utilizzata per la stampa delle testate edite, entro il limite di 30 milioni di euro.

Birrifici: riconosciuto un contributo a fondo perduto per il 2021 al settore della birra artigianale.

Ilva: istituito un fondo di 5 milioni di euro per l’anno 2021 e di 2,5 milioni di euro per l’anno 2022, per i danni agli immobili derivanti dall’esposizione prolungata all’inquinamento provocato dagli stabilimenti siderurgici di Taranto del gruppo ILVA.

Torna all'inizio del contenuto