Il decreto 'Milleproroghe' è Legge

26 febbraio 2020

Con il voto al Senato è stato approvato definitivamente il decreto “Milleproroghe”. Il provvedimento interviene sulla proroga di alcuni termini legislativi, una serie di disposizioni in materia finanziaria, di organizzazione di pubbliche amministrazioni, magistrature e misure per l’innovazione tecnologica.

Numerose sono state le modifiche introdotte durante l’esame parlamentare che investono vari settori: in particolare, si segnalano misure per l’efficientamento energetico e lo sviluppo territoriale sostenibile; nuove scadenze per alberghi e rifugi per l’adozione di misure antincendio; bonus verde; Canone unico comunale; Commissari straordinari per le strade siciliane e sarde;

Concessionari; Deposito di macerie e rifiuti derivanti dagli interventi di ricostruzione; Distretti turistici; Fondo progettazione; Rinnovo organi di controllo nelle Srl; Tassa automobilistica in caso di locazione a lungo termine.

Novità nella sanità, con la possibilità per i medici di rimanere in servizio anche superati i 40 anni di attività, ma entro i 70 di età.
Sempre in tema sanitario, ci sono quattro milioni di euro a favore dei malati di mesotelioma non professionale: la misura è rivolta alle persone che hanno contratto la patologia per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell'amianto o per comprovata esposizione ambientale.

Si segnala, inoltre, la proroga della CIGS per i dipendenti ex Ilva, per i lavoratori di aziende localizzate in aree di crisi industriale in Campania e Veneto e mobilità in deroga per le aree Venezia-Porto Marghera.    

Sotto il profilo scolastico, sono stati stanziati 55 milioni in tre anni per aumentare il personale docente nelle scuole secondarie. Slittano al 31 dicembre 2021 i termini stabiliti per le verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici.

In merito alle misure su Polizia e Vigili del Fuoco, è prorogato (al 31 dicembre 2020) il termine per le autorizzazioni alle assunzioni aggiuntive nel comparto sicurezza e del comparto vigili del fuoco e soccorso pubblico.

Presenti anche misure in materia di pubblico impiego, dirette alla stabilizzazione del personale precario e a nuove assunzioni nell'ambito di diverse pubbliche amministrazioni oltre a misure su trasparenza e informatizzazione della Pa.


Per quanto riguarda i comuni colpiti dal terremoto, è stata stabilizzata la cedolare secca al 10%.

In merito al settore energetico, misure su Fonti di energia rinnovabile (FER) e Regime di tutela in materia di energia. Per le piccole imprese il passaggio al mercato libero dell'energia è anticipato di un anno, a gennaio 2021. Fissato al 1 gennaio 2022 il passaggio al mercato libero per le micro imprese e per i clienti domestici.

Nel settore trasporti, i monopattini potranno essere guidati solo a partire dai 14 anni e solamente sulle strade urbane con limite di velocità a 50km/h. I minorenni dovranno indossare il casco ed è obbligatorio il giubbotto o le bretelle retroriflettenti dopo il tramonto.
Il gettito del bollo auto riscosso dalle Regioni rimarrà tutto agli enti locali "al fine di incentivare gli investimenti delle Regioni sui propri territori".


Torna all'inizio del contenuto