1 febbraio 2017 - Camera
Padoan: atto di pignoramento notificato al comune di Napoli
Interrogazione dell'on. Marcello Taglialatela (FDI-AN)

La questione attiene alla vicenda giudiziaria generata a seguito dell'affidamento, da parte del sindaco di Napoli nella sua qualità di commissario straordinario del Governo in regime di concessione, al Consorzio CR8, ai sensi della legge n. 219 del 1981, della programmazione e dell'attuazione di interventi di edilizia residenziale ed infrastrutturali. Dopo un iter giudiziario particolarmente complesso, una sentenza dalla corte di appello di Napoli, confermando un lodo arbitrale del 2003, ha disposto il pignoramento di circa 83 milioni di euro a favore del consorzio CR8 per i lavori di ricostruzione di edilizia infrastrutturale effettuati ex lege n. 219 del 1981. 
  In considerazione dell'avvenuto passaggio dalla gestione commissariale al comune della titolarità delle relative infrastrutture, la spettanza degli oneri generati dal contenzioso deve essere attentamente ponderata in quanto non risulta al momento definita la sussistenza di un debito certo, liquido ed esigibile in capo allo Stato. Peraltro, risulta che il comune non si sia adeguatamente difeso nelle sedi giudiziarie e stragiudiziali competenti non avendo, in particolare, eccepito l'errore materiale in cui era incorso il collegio arbitrale nel computo degli interessi. Al momento, pertanto, sono in corso approfondimenti a livello tecnico, ad opera rispettivamente del comune di Napoli, della gestione commissariale e degli uffici della Presidenza del Consiglio, al fine di verificare gli elementi di fatto inerenti al contenzioso e la riferibilità del debito maturato nei confronti del consorzio CR8.

 

(tratto dal resoconto stenografico della Camera dei Deputati)

 

 

Ultimo aggiornamento: mercoledì 1 febbraio 2017