15 novembre 2017 - Camera
Calenda: «Industria 4.0» e operatività centri di competenza
Interrogazione On. Emanuele Prataviera ed altri (Misto-Fare!-PRIL)

Grazie. Come lei sa, non ho nessun problema ad ammettere - l'ho fatto già pubblicamente - che, rispetto a tutti gli altri contenuti del piano, che erano peraltro automatici e come tali di più rapida implementazione, e alla rete dei Digital innovation hub, che invece si è sviluppata sul territorio, il tema dei competence center è quello che è stato rallentato da quella che viene conosciuta come “navetta”, una navetta che è diventata lunghissima: siamo adesso alle fasi finali, all'ultimo passaggio, e riteniamo di poter essere pronti per i bandi a dicembre.

Ho già detto di essere profondamente insoddisfatto di come le cose sono andate riguardo a questa iniziativa, che considero, come lei ha giustamente detto, una delle iniziative centrali del piano “Industria 4.0”, anche se, già dal lancio, l'avevo definita come la più difficile per implementazione, proprio perché riguarda una cooperazione tra università, imprese e una struttura inevitabilmente a bando della misura stessa che, come da esperienza ormai accumulata nel corso degli anni, sappiamo essere la più complicata dato il sistema di norme che regolano questo tipo di strumenti nel nostro Paese.

Dunque, per dicembre dovremmo essere in grado di fare uscire il bando e, poi, da lì in poi, cercheremo di recuperare rapidamente il tempo perduto.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 15 novembre 2017