15 novembre 2017 - Camera
Minniti: competenze dei consigli comunali per oneri di urbanizzazione e costo di costruzione
Interrogazione On. Sergio Pizzolante e Antonino Bosco (AP-CpE-NCD)

Grazie. Signora Presidente, onorevoli deputati, l'articolo 42 del testo unico sugli enti locali stabilisce che il consiglio comunale è l'organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo cui è attribuita la competenza generale in materia di programmi, bilanci, piani territoriali ed urbanistici. La stessa disposizione assegna all'organo collegiale elettivo la competenza in materia di istituzione e ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote, e di disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi.

Quanto all'ambito di applicazione dell'articolo 16 del DPR n. 380 del 2001 e senza entrare nel merito delle specifiche vicende richiamate dagli onorevoli interroganti concernenti indagini in corso della Guardia di finanza, su un piano generale evidenzio che la norma prevede espressamente che l'incidenza degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria sia stabilita con deliberazione del consiglio comunale, cioè in base a tabelle che la regione definisce per classi di comuni in relazione a specifici parametri.

Lo stesso decreto stabilisce altresì che, in caso di mancata definizione delle tabelle parametriche da parte della regione e fino alla definizione delle stesse, i comuni provvedano in via provvisoria, sempre con deliberazione del consiglio comunale, secondo i parametri stabiliti dal comma 4 dello stesso articolo 16.

Alla luce di quanto richiamato, pare pacifico che la competenza a determinare gli oneri di urbanizzazione ricada sul consiglio comunale.

Per quanto poi concerne gli aggiornamenti degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, il medesimo DPR n. 380 del 2001 stabilisce che i comuni provvedano ogni cinque anni, in conformità alle relative disposizioni regionali in relazione ai riscontri e ai prevedibili costi delle opere di urbanizzazione primaria, secondaria e generale. Si è dell'avviso, pertanto, che per coerenza sistematica con le varie disposizioni contenute nell'articolo 16 citato anche la competenza all'aggiornamento degli oneri di urbanizzazione sia da ricondurre al consiglio comunale.

Tanto premesso, in relazione ai profili di più diretto interesse del Ministero dell'Interno, nel prendere atto che sulla questione dell'interpretazione di alcuni commi del citato articolo 16 è stato votato un ordine del giorno che impegna il Governo a valutare l'opportunità di disposizioni interpretative, ritengo che la problematica dovrà essere affrontata d'intesa con altri dicasteri le cui competenze rilevano in materia.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 15 novembre 2017