17 maggio 2017 - Camera
Minniti: caso centro accoglienza Isola Capo Rizzuto
Interrogazione on. Roberto Occhiuto (FI-PdL)

Signora Presidente, onorevoli colleghi, gli interroganti Occhiuto e Santelli ritornano sulla questione. Mi consenta, onorevole Occhiuto, di condividere il termine che lei ha usato: odioso. Da questo punto di vista, penso che il ritorno sul tema dei controlli, da voi giustamente sottolineato, sia certamente di grandissima e rilevante importanza. L'esigenza di considerare la trasparenza e la legalità nella gestione dei centri di accoglienza è considerata da me e dal mio Ministero come un'assoluta priorità nell'azione di Governo. Al riguardo, desidero nuovamente sottolineare i punti qualificanti del nuovo capitolato generale di appalto approvato lo scorso mese di marzo sulla base delle indicazioni dell'Anac e già trasmesso alle prefetture con opportune direttive. Mi riferisco, appunto, al superamento della figura del gestore unico, alla suddivisione dei servizi in lotti, alla tracciabilità dei servizi erogati con maggiore attenzione all'elemento qualitativo dell'offerta.

Nel capitolato è specificatamente previsto che i controlli sullo standard qualitativo dei servizi e sulla regolarità della documentazione prodotta dall'aggiudicatario ai fini del pagamento delle prestazioni rese potranno avvenire senza preavviso, con cadenza periodica ravvicinata e mediante l'acquisizione di informazioni direttamente dagli ospiti. Peraltro, un altro punto qualificante del capitolato generale, cui attribuisco particolare rilevanza, è il rafforzamento delle attività di ispezione, come da voi richiesto. All'inizio di maggio ha preso avvio il piano che prevede 2.130 ispezioni nei centri di accoglienza, comprese, tra questi, le strutture straordinarie attivate in via d'urgenza. Tali attività si aggiungeranno ai controlli che le prefetture già svolgono in via ordinaria attraverso i propri nuclei ispettivi.

Sui risultati dell'attività ispettiva mi impegno fin da ora a riferire in maniera esaustiva al Parlamento. Aggiungo che ho disposto l'immediato avvio di un'ispezione presso la prefettura di Crotone per le necessarie verifiche in via amministrativa. Assicuro, infine, che opereremo con il massimo rigore, impegnando ogni nostra risorsa per l'affermazione della legalità in questo delicato settore, che coinvolge i diritti di persone in condizioni di particolare vulnerabilità, portando avanti ogni iniziativa utile ad impedire che la criminalità organizzata possa offuscare l'immagine di grande generosità che il nostro Paese ha saputo conquistare nel campo dell'accoglienza anche in ambito internazionale.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 17 maggio 2017