19 aprile 2017 - Camera
Padoan: stabilizzazione personale comparto scuola con contratti a termine
Interrogazione on. Giulio Marcon (SI-SEL-POS)

Grazie, signora Presidente. L'articolo 1, comma 366, della legge n. 232 del 2016, cioè la legge di bilancio per l'anno 2017, ha previsto l'istituzione di un Fondo, di 140 milioni di euro nel 2017 e di 400 milioni a decorrere dal 2018, da ripartire, con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze. Con il medesimo provvedimento si procederebbe altresì alla determinazione dei posti effettivi dell'organico di fatto del personale docente da consolidare nell'organico dell'autonomia - il cosiddetto “diritto” - per l'anno scolastico 2017-2018, tenuto conto del costo unitario medio contrattuale nonché di quello per ricostruzione e progressione di carriera. Tale parametro, che varia con i diversi gradi di istruzione, incide direttamente sulla determinazione del contingente da stabilizzare, tenuto conto della spesa complessiva autorizzata dalla legge di bilancio.

I tecnici del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca stanno lavorando, insieme con quelli del MEF, per giungere ad una corretta definizione del predetto contingente, tenendo in considerazione tutti i parametri e gli elementi di valutazione a disposizione. In particolare, si deve tener conto di quanto già previsto circa i criteri di ripartizione delle risorse nella relazione tecnica ai commi 373 e 374 della citata legge, ove si specifica che il numero di posti in organico di fatto da far confluire nell'organico dell'autonomia debba essere individuato tenendo conto della spesa annuale di personale, delle progressioni economiche di carriera, degli arretrati e della ricostruzione di carriera nonché degli oneri connessi all'attribuzione della carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione del docente di ruolo, dell'importo nominale di 500 euro annui per ciascun posto. L'individuazione dovrà essere ovviamente coerente con i principi contabili generali relativi all'individuazione della copertura finanziaria degli oneri, come disciplinati dall'articolo 81 della Costituzione e declinati dalla legge di contabilità e finanza pubblica del 2009. Le risorse per la stabilizzazione devono avere carattere di stabilità nel tempo e di certezza nell'ammontare.

Sulla base di quanto sopra esposto, il numero di docenti da stabilizzare, tenuto conto del costo annuale unitario medio lordo Stato, comprensivo di tredicesima mensilità, dell'onere connesso alla ricostruzione e progressione di carriera e delle risorse stanziate dalla legge di bilancio 2017, potrà essere individuato solo sulla base di informazioni puntuali sullo stato giuridico-amministrativo dei docenti che si intende stabilizzare.

 

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 19 aprile 2017