19 Luglio 2017 - Camera
Delrio: massimo impegno per garantire continuità territoriale alla Sicilia
Interrogazione dell'on. Francesco Saverio Romano ed altri (SC-ALA CLP-MAIE)

Grazie, Presidente, e grazie onorevole. La problematica che lei solleva richiede anche un chiarimento circa i regimi tariffari praticati dalle compagnie aeree. Infatti, le rotte che non hanno carattere di continuità territoriale, come lei sa, sono rotte gestite in regime di libero mercato e, pertanto, le tariffe sono stabilite dai vettori in base a logiche imprenditoriali, come previsto dall'Unione europea e dal regolamento del 2008. Invece, lei sottolinea un aspetto molto importante e, cioè, che c'è bisogno di rafforzare la continuità territoriale e di rafforzare i collegamenti garantiti a prezzi calmierati e, quindi, la continuità territoriale che è soggetta agli oneri di servizio pubblico e, quindi, la possibilità di dare a residenti e a non residenti l'opportunità di volare più frequentemente con voli a prezzi accessibili.

L'attenzione del Ministero per le esigenze della continuità territoriale siciliana è costante - le posso garantire - sempre in collaborazione con l'ENAC e gli enti locali, con i quali in sede di conferenza dei servizi siamo riusciti a individuare le rotte su cui imporre gli oneri di servizio pubblico per assicurare, appunto, la mobilità ai cittadini, ridurre i disagi derivanti dall'insularità e assicurare i servizi aerei di linea comuni. Dal maggio scorso abbiamo avviato i lavori della conferenza per definire il nuovo regime di continuità territoriale, il regime che riguarda i collegamenti aerei con le isole di Lampedusa e Pantelleria e con gli aeroporti di Comiso e Trapani e a breve verrà fissata una nuova e definitiva - io spero - seduta per il nuovo regime di continuità territoriale. Un notevole impulso è stato profuso da tutti i soggetti istituzionali - lo devo sottolineare - e sono state reperite risorse per 74 milioni di euro e il Ministero è in costante dialogo con la Comunità europea, appunto, anche per sfruttare tutte le opportunità in termini di regimi di aiuti di Stato che anche lei ha sottolineato e per rafforzarli ulteriormente.

Quindi, penso che siamo nelle fasi conclusive e speriamo davvero con questo nuovo bando di potere rispondere in maniera molto migliore rispetto al passato all'esigenza di mobilità e al diritto alla mobilità dei cittadini siciliani e dei turisti.

 

(Tratto dal resoconto stenografico della Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 19 luglio 2017