19 Luglio 2017 - Camera
Minniti: Vigili del fuoco, avviate misure per ridurre carenze di organico
Interrogazione dell'on. Francesco Laforgia ed altri (MDP)

Onorevoli colleghi, l'amministrazione dell'interno, pur in presenza di ripetute manovre di contenimento della spesa pubblica connesse alla difficile congiuntura economica e finanziaria del Paese, ha dedicato una particolare attenzione al ripianamento delle dotazioni organiche del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, sia con iniziative legislative di incremento dell'organico teorico di circa 2.500 unità, sia con il rafforzamento delle presenze effettive presso le strutture territoriali. Tali misure hanno permesso di assumere recentemente 848 unità di vigili del fuoco, di cui circa la metà ha assunto servizio il 5 giugno scorso, mentre la restante parte sta frequentando il corso di formazione. L'Amministrazione è stata altresì autorizzata a bandire una nuova procedura selettiva attualmente in atto per l'immissione di altri 250 giovani.

Tale misura, oltre a ridurre le carenze di organico, attualmente pari nel complesso a 3.314 unità su un organico complessivo di 37.481, consentirà anche di incidere sul fenomeno dell'aumento dell'età media del personale in servizio che rischia di diventare una serie criticità sia sul piano operativo che su quello funzionale. In relazione a quanto evidenziato nell'interrogazione circa l'attribuzione al Corpo nazionale dei vigili del fuoco delle competenze del Corpo forestale dello Stato in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi e spegnimento con mezzi aerei degli stessi, preciso che il contingente di personale del Corpo forestale dello Stato transitato al Corpo nazionale da assegnare agli istituendi ruoli antincendi boschivi, cosiddetto AIB, ai sensi del decreto legislativo n. 177, è pari a 390 unità. Un'ulteriore questione sollevata nell'interrogazione riguarda la ripartizione del Fondo istituito con la legge di bilancio 2017 per finanziare una serie di istituti attinenti al personale del pubblico impiego, compreso il Corpo dei vigili del fuoco. Effettivamente, in base a una prima ipotesi di riparto, le somme destinate alle assunzioni nel Corpo nazionale erano stimate in 23 milioni di euro. Successivamente, a seguito della destinazione di maggiori risorse ai provvedimenti di riordino, e quindi alle condizioni di vita e di lavoro del personale già assunto la somma disponibile risulta al momento essere di 16 milioni. Nell'ambito del Fondo per l'impiego pubblico che ho appena richiamato il Corpo nazionale ha visto assegnati circa 59 milioni di euro per l'anno in corso e circa 103 milioni a regime a decorrere dall'anno prossimo.

A partire dal 2016, il turnover del personale è stato ripristinato integralmente ed entro il 15 dicembre è prevista la copertura del turnover 2016 e l'assunzione di oltre 301 vigili del fuoco. Rimane prioritario, e ho finito, per il Governo l'obiettivo di garantire con determinazione e convinzione la piena funzionalità del Corpo nazionale, il cui prezioso lavoro, come ricordato dagli stessi onorevoli interroganti, sta consentendo, proprio in queste ore e in questi giorni, di contenere i gravi incendi che stanno devastando parti importanti del patrimonio boschivo nazionale.

 

(Tratto dal resoconto stenografico della Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 19 luglio 2017