20 settembre 2017 - Camera
Minniti: trasferimento di trecento persone rom nella caserma Boscariello di Miano (Napoli)
Interrogazione On. Marcello Taglialatela (FdI-AN)

Grazie, signor Presidente. Onorevoli deputati, il campo rom di via Cupa Perillo, insediamento esistente nel quartiere di Scampia da oltre vent'anni, è stato oggetto di un sequestro preventivo emesso dal GIP del tribunale di Napoli nel luglio scorso che fissava all'11 settembre il termine per lo sgombero. In relazione a tale provvedimento il comune di Napoli, in seno al Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, si è impegnato all'elaborazione di un piano per la sistemazione delle famiglie rom. Nel frattempo il verificarsi di un incendio di vaste proporzioni il 27 agosto presso il citato campo ha portato all'adozione di un'ordinanza sindacale con la quale è stato disposto il trasferimento temporaneo della popolazione in altri siti. Parte di essa, circa 60 persone, è stata subito collocata nell'Auditorium di Scampia in attesa di un successivo trasferimento nella caserma dismessa a Boscariello per una sistemazione anch'essa temporanea. In esito ad un confronto tra il comune di Napoli e il Ministero della difesa è stata individuata, all'interno della citata ex-caserma, una circoscritta area per allestimento temporaneo fino al 31 dicembre 2017 di un centro per raccogliere anche le altre persone provenienti dall'insediamento di via Cupa Perillo. La temporaneità dell'utilizzazione, insieme alla considerazione che lo spazio concesso non rientra nelle previsioni progettuali della cosiddetta Cittadella dello Sport cui è destinata parte della struttura militare, non pregiudica in alcun modo la tempistica dell'inizio dei lavori. Si riscontra così piena sintonia con quanto realmente affermato dal Ministro Lotti come riportato dal resoconto stenografico in sede di audizione presso la Commissione antimafia. Per l'allestimento della sistemazione provvisoria è pervenuta dal comune di Napoli una richiesta di materiale logistico al dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e dalla difesa civile del Ministero dell'interno; mentre da parte della regione Campania vi è stata l'assicurazione circa l'intervento di bonifica dell'area interessata all'incendio. La vicenda - le posso garantire - sarà attentamente seguita dalla prefettura di Napoli in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica con la partecipazione dell'autorità giudiziaria che ha concesso nel frattempo la proroga di un mese per lo sgombero dell'area.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 settembre 2017