20 settembre 2017 - Camera
Padoan: proroga regime agevolato per cessioni e assegnazioni beni ai soci
Interrogazione On. Daniel Alfreider ed altri (M-Min. Ling.)

Grazie, Presidente. Gli onorevoli interroganti fanno riferimento alle agevolazioni fiscali introdotte dalla legge di stabilità per il 2016 in virtù delle quali le società commerciali titolari, tra l'altro, di beni immobili cosiddetti patrimoniali possono assegnare i suddetti beni ai soci, estromettendo dal regime di impresa a condizioni fiscali meno onerose di quelle originariamente previste i suddetti immobili con il pagamento di un'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell'IVA pari all'8 per cento, ovvero il 10,50 per cento se la società risulta non operativa in almeno due dei tre periodi di imposta precedenti l'assegnazione calcolata sulla differenza fra il valore normale dei beni assegnati e il costo fiscalmente riconosciuto.

Le agevolazioni fiscali riguardano i beni immobili, fabbricati o terreni, diversi da quelli strumentali per destinazione, e i beni mobili iscritti in pubblici registri non utilizzati come beni strumentali per l'attività propria dell'impresa. Le predette agevolazioni sono state prorogate dalla legge di bilancio 2017, che ha disposto la riapertura dei termini per l'assegnazione di beni ai soci fino al 30 settembre 2017. In merito alla richiesta di adottare iniziative volte a disporre una nuova proroga del regime agevolato in argomento eventualmente prima della scadenza già prevista per il 30 settembre 2017, sono in corso i necessari approfondimenti presso i competenti uffici dell'amministrazione in modo da verificare la platea dei soggetti interessati e, conseguentemente, poter valutare gli effetti sui saldi di finanza pubblica.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 settembre 2017