21 giugno 2017 - Camera
Minniti: contrastare diffusione del gioco on line Blue whale
Interrogazione on. Stefania Covello (PD)

Grazie, Presidente. Onorevoli colleghi, in questi ultimi mesi la Polizia postale e delle comunicazioni è impegnata tanto d'iniziativa, che sulla base di specifiche segnalazioni, a valutare attraverso il monitoraggio della rete Internet l'effettiva portata del fenomeno del Blue whale che desta allarme sociale e ha avuto una vasta eco sugli organi di informazione. Tale pratica avrebbe come obiettivo per chi la conduce in rete, in qualità di curatore, di coinvolgere i partecipanti in atti di autolesionismo, inducendo comportamenti sempre più pericolosi fino a determinare nelle vittime intenzioni suicide. L'attività della Polizia postale e delle comunicazioni mira a identificare persone, o gruppi di persone, eventualmente coinvolti in tale fenomeno, per prevenire l'esposizione di bambini e ragazzi ad un rischio per la loro incolumità connesso alla frequentazione della rete.

Nel contempo, ai medesimi fini, viene svolta una raccolta centralizzata di tutte le segnalazioni. Sono state ricevute finora dalla Polizia postale e delle comunicazioni circa 170 segnalazioni relative al fenomeno. Gli accertamenti disposti volti alla tempestiva localizzazione delle vittime e alle verifiche investigative tecniche necessarie, hanno fatto emergere che la percentuale dei casi qualificanti ipotesi di reato, come l'istigazione al suicidio o il procurato allarme, è inferiore al 5 per cento delle segnalazioni pervenute.

Informo che nel portale del commissariato di pubblica sicurezza online è stata resa operativa una stanza virtuale dedicata per rivolgere consigli ai genitori e ai ragazzi e a illustrare i pericoli emergenti in rete, ad agevolare le segnalazioni e a sensibilizzare gli utenti, anche grazie all'ausilio specialistico di psicologi della Polizia di Stato. È, peraltro, evidente che la prevenzione di qualsiasi forma di uso distorto e pericoloso del web che costituisce espressione di disagio e vulnerabilità giovanile, compreso il fenomeno in esame, richiede anche il coinvolgimento attivo del mondo della scuola, delle famiglie e dell'associazionismo. In tal senso, la tematica della Balena blu è stata inserita nella campagna che gli uffici della citata struttura specialistica della Polizia di Stato svolgono nelle scuole per un uso consapevole del web.

Concludo ribadendo il costante impegno per prevenire e contrastare la diffusione di tale fenomeno, assicurando che i contenuti di rilevanza penale ad esso eventualmente connessi rinvenuti all'interno degli spazi e servizi di comunicazione online saranno prontamente riferiti all'autorità giudiziaria.

 

 

Tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati

Ultimo aggiornamento: mercoledì 21 giugno 2017