22 novembre 2017 - Camera
Poletti: misure per stabilimento Honeywell di Atessa, in provincia di Chieti
Interrogazione On. Pier Luigi Bersani ed altri (MDP)

Presidente, onorevole, in primo luogo debbo informare che, per quanto riguarda il sito di Atessa, Chieti, il Ministero del lavoro ha autorizzato per questa azienda la concessione del trattamento di integrazione salariale straordinaria in favore di un numero massimo di 337 dipendenti su un organico di 400 unità, a seguito della stipula di un contratto di solidarietà avvenuto in data 16 marzo 2017 per il periodo 3 aprile 2017-2 aprile 2018. Inoltre, il Ministero dello sviluppo economico è stato interessato a questo tema per individuare forme di gestione della reindustrializzazione dello stabilimento di Atessa. Dopo diversi incontri, da ultimo ieri, il Ministro Calenda ha incontrato le organizzazioni sindacali e la regione Abruzzo per una valutazione della situazione. Al termine del confronto è stato proposto e condiviso quanto segue. In primo luogo, l'individuazione di un percorso, anche attraverso la consultazione dei maggiori clienti della multinazionale, che porti al mantenimento delle attività nel sito e alla conseguente rioccupazione dei lavoratori; in secondo luogo, la richiesta all'azienda di posticipare i termini della chiusura attraverso l'utilizzo degli ammortizzatori, che permettano una proficua attività di ricerca di nuovi imprenditori senza limitazioni da parte di Honeywell; la costituzione di un apposito gruppo di lavoro presso il Ministero dello sviluppo economico con le organizzazioni sindacali, Invitalia e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il cui primo incontro è già stato fissato per il 4 dicembre prossimo; l'impegno economico dell'azienda a favorire questo processo di rioccupazione nei modi che il Governo, istituzioni locali e organizzazioni sindacali individueranno. Infine, posso comunque assicurare che il Ministero del lavoro continuerà a monitorare i futuri sviluppi di questa situazione, rendendosi disponibile nell'ambito delle proprie competenze e tenuto anche conto degli istituti di tutela dei lavoratori finora attivati ed eventualmente per quelli necessari per la definizione di un nuovo progetto per il futuro di quella realtà.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 22 novembre 2017