24 maggio 2017 - Camera
Delrio: imprese settore aeroportuale esposte a crisi di Alitalia
Interrogazione on. Valeria Valente (PD)

Grazie, Presidente, grazie onorevole. Lei solleva una problematica molto seria che è quella della capacità dell'azienda Alitalia di far fronte ai suoi impegni verso i fornitori e verso le aziende dell'indotto. Ovviamente, vi è nota l'apertura della procedura di amministrazione straordinaria della società Alitalia, ai sensi della legge Marzano, e vi è noto che il Governo ha cercato di nominare immediatamente i commissari straordinari per procedere, appunto, insieme, all'erogazione di un prestito oneroso per far procedere l'azienda a mantenere tutte le obbligazioni e a mantenere soprattutto la regolarità dei voli, a garantire i servizi ai cittadini, ad impedire che si perdesse valore nell'azienda e, quindi, anche nell'indotto. Quindi, il nostro primo passo è stato quello di consentire la continuità aziendale e, adesso, siamo all'apertura dei bandi, come sapete, per la manifestazione di interesse.

Abbiamo presente le problematiche che si riverberano sull'indotto in conseguenza della crisi e della successiva insolvenza di Alitalia e, appunto, proprio per questo motivo, l'amministrazione straordinaria è un elemento di garanzia, perché consente, come ho detto, la prosecuzione dell'attività di impresa e il riconoscimento, in prededuzione, dei debiti contratti dalla procedura. I commissari straordinari, in questo momento, stanno procedendo a un'attenta revisione dei costi di esercizio, per adottare le iniziative più utili a recuperare margini di economicità della gestione e in questo quadro si innesta anche la revisione dei contratti in corso, rispetto ai quali la procedura deve operare la facoltà di subentro o di scioglimento.

Il Governo ha ben chiaro, appunto, il problema rappresentato dall'indotto, ma la prosecuzione dell'attività dovrebbe riverberarsi positivamente, finalmente, anche sulle aziende dell'indotto. I commissari ci hanno segnalato che, allo scopo di mitigare le difficoltà finanziarie dei fornitori della compagnia derivanti dal blocco dei pagamenti del pregresso, stanno provvedendo, nel rispetto di un'efficiente gestione delle risorse finanziare, a contrarre, nei limiti del possibile, i termini di pagamento delle principali forniture. Quindi, hanno messo in atto questa azione, per ora, ma contiamo di regolarizzare al più presto e di far continuare a lavorare questa grande azienda.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 24 maggio 2017