24 maggio 2017 - Camera
Delrio: presentazione report attuazione norme codice della strada
Interrogazione on. Simone Baldelli (FI-PdL)

Grazie, Presidente, grazie, onorevole Baldelli. No, il Governo non se ne è dimenticato, ma è vero che abbiamo un grande problema di adesione dei comuni a questa normativa. Abbiamo cercato di sollecitare, ma il report sullo stato di attuazione delle disposizioni di cui all'articolo 142, commi 12-bister e quater del codice della strada, appunto, è stato inviato, per gli anni 2013, 2014 e 2015, distinto tra comuni e province, solo da 300 soggetti. Questo è un numero molto esiguo di report che evidenzia, anche, una forte criticità applicativa della norma, senza la possibilità di applicare sanzioni efficaci.

Per questo è necessaria un'azione normativa nuova, al fine di porre in essere una risoluzione delle problematiche evidenziate. Tra le modifiche del codice della strada che sono all'attenzione del Senato – con il disegno di legge n. 1638 - vi è proprio la revisione della disciplina sanzionatoria, anche modificando l'entità delle sanzioni, secondo principi di ragionevolezza, proporzionalità e effettività, oltre a rivedere l'obbligo di rendicontazione da parte degli enti titolari di funzioni di polizia stradale o proprietari di strade, l'obbligo di rendicontazione dei proventi delle sanzioni amministrative e anche la disciplina dei criteri della rendicontazione stessa e dei meccanismi sanzionatori per gli enti inadempienti. Quindi, poiché la scarsa adesione è dovuta a una difficoltà, appunto, di applicazione di questa norma, confidiamo che con le modifiche della norma si possa ottenere una maggiore compliance per risolvere il problema che lei, giustamente, sottolinea e cioè quello di dedicare sempre più risorse per la sicurezza sulla strada.

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 24 maggio 2017