25 gennaio 2017 - Camera
Lorenzin: cardiologia e cardiochirurgia pediatrica a Palermo
Interrogazione dell'on. Alessandro Pagano (LNA)

Ringrazio l’onorevole Pagano, perché mi consente di ribadire ancora una volta, in quest’Aula, il mio apprezzamento nei confronti dell’Ismett di Palermo, IRCCS da me riconosciuto nel 2014 e confermato per un ulteriore biennio nel mese di novembre dell’anno appena trascorso. Ciò detto, devo tuttavia evidenziare che, fermo restando il rispetto degli standard previsti in materia di bacini di utenza, può essere istituita un’unità di cardiochirurgia pediatrica ogni 4-6 milioni di abitanti, dal che consegue che la regione siciliana, avendo una popolazione di circa 5 milioni, dovrebbe presentare una sola unità operativa complessa di cardiochirurgia pediatrica. Spetta esclusivamente alla regione siciliana assicurare l’effettiva operatività del servizio cardiologico pediatrico presso la struttura che, secondo le valutazioni della stessa regione, sia meglio in grado di assicurare la massima assistenza dei pazienti. Al proposito, l’assessore alla salute della regione siciliana, a cui ho chiesto elementi informativi, ha riferito che l’Arnas « Civico-Di Cristina » di Palermo costituisce il polo regionale per l’assistenza cardiologica pediatrica in quanto è dotato di tutte le unità operative e dei relativi servizi per garantire l’assistenza medica e chirurgica di alta specializzazione ai piccoli pazienti cardiopatici. L’assessore ha, altresì, precisato che, al fine di assicurare la presa in carico del paziente per tutto il periodo di vita, è stata prevista presso la medesima azienda di rilievo nazionale la guch unit ovvero l’assistenza dei cardiopatici congeniti adulti. Concludo, rassicurando l’onorevole interrogante che attraverso il tavolo tecnico, appositamente costituito presso il Ministero della salute al fine di verificare il rispetto degli standard ospedalieri, vigilerò perché sia garantito ed assicurato ai cittadini siciliani il pieno rispetto dei livelli essenziali di assistenza e la piena tutela del diritto alla salute.

 

 (testo tratto dal resoconto stenografico della Camera dei Deputati

 

Ultimo aggiornamento: martedì 31 gennaio 2017