25 gennaio 2017 - Camera
Lorenzin: trattamento economico direttori generali delle Asl, in considerazione della legge regionale in Sardegna
Interrogazione dell'on. Roberto Capelli (DES-CD)

Ringrazio l’onorevole interrogante, perché mi consente di riferire su una vicenda che è da tempo all’attenzione del Ministero della salute. Con la nota del 30 settembre 2016, indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento affari regionali, l’ufficio legislativo del Ministero della salute aveva, infatti, formulato una serie di rilievi di costituzionalità nei confronti della legge della regione Sardegna, che lei, appunto, ci ha oggi illustrato. Erano state, tra le altre, censurate anche le disposizioni concernenti il trattamento economico dei direttori generali delle Aziende sanitarie della regione in quanto non rispettose dei parametri stabiliti a livello nazionale per la determinazione dei compensi; disposizioni censurate, peraltro, anche dalla Ragioneria generale dello Stato. A seguito di questi rilievi, il presidente della regione Sardegna, con una nota del 3 ottobre 2016, aveva comunicato al Ministero della salute e al Dipartimento affari regionali della Presidenza del Consiglio dei ministri che la giunta regionale della Sardegna si impegna ad adottare e a proporre al consiglio regionale le modifiche normative richieste dal Ministero della salute. A questo punto, l’ufficio legislativo del Ministero della salute, nel prendere atto dell’impegno assunto dal presidente della regione Sardegna, aveva comunicato, con nota del 4 ottobre 2016, al Dipartimento affari regionali della Presidenza del Consiglio dei ministri di desistere dalla richiesta di impugnativa della legge regionale, che non è stata, quindi, impugnata dal Governo come accade sempre quando c’è un impegno da parte dei presidenti delle regioni a dare modifica alle parti dove abbiamo fatto dei rilievi. Devo constatare con grande rammarico che, ad oggi, la regione Sardegna non ha provveduto ad apportare le dovute modifiche alle disposizioni della legge regionale concernente il trattamento economico dei direttori generali delle Aziende sanitarie. Ho, pertanto, chiesto al Ministero per gli affari regionali e le autonomie di intervenire nei confronti del presidente della regione Sardegna perché quest’ultimo voglia garantire quanto prima il perfezionamento dell’iter legislativo di modifica della legge regionale, ripristinando il rispetto del principio di leale collaborazione che, come riconosciuto in più occasioni ed anche di recente dalla Corte costituzionale, costituisce il principale cardine cui devono sempre ispirarsi i rapporti tra lo Stato e le regioni.

 

 (testo tratto dal resoconto stenografico della Camera dei Deputati

 

Ultimo aggiornamento: martedì 31 gennaio 2017