27 settembre 2017 - Camera
De Vincenti: attuazione normativa operatività' delle Zone economiche speciali
Interrogazione On. Pino Pisicchio (Misto)

Presidente, onorevoli deputati, come evidenziato dall'onorevole Pisicchio, il decreto-legge “Mezzogiorno” ha introdotto per la prima volta un quadro normativo organico in merito alla possibilità di istituire, anche nel nostro Paese, le zone economiche speciali. Consentitemi di sottolineare in questa sede l'importanza del risultato raggiunto, grazie ad un fattivo lavoro di collaborazione tra Governo e Parlamento.

La norma approvata consentirà di fornire risposte concrete alle numerose istanze che da diverso tempo provengono su questo tema dalle regioni del Mezzogiorno. Come è noto a quest'Aula, erano state presentate numerose iniziative parlamentari in materia e il decreto-legge ha voluto consolidarle in una proposta che rappresenta la sintesi delle diverse idee maturate nel dibattito parlamentare.

Il testo approvato dal Parlamento consente finalmente di avviare un percorso che è entrato ora nel vivo con la predisposizione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri che completerà il quadro normativo e che sarà varato - io sto lavorando, come prescritto dalla legge, su questo tema, in sinergia con gli altri Ministri coinvolti - nei tempi previsti.

L'obiettivo che ci siamo prefigurati è quello di consentire alle singole regioni interessate di poter presentare al più presto le proprie proposte di istituzione di ZES sul proprio territorio. Il tutto dovrà ovviamente avvenire nell'ambito del rispetto dei requisiti fissati dal decreto “Mezzogiorno”.

Non appena completato il quadro normativo con l'adozione del DPCM, è mia intenzione avviare un dialogo costante con le regioni che presenteranno o che hanno intenzione di presentare proposte di ZES. L'obiettivo di questo dialogo è di fare in modo che le proposte formulate dai territori consentano, attraverso le progettualità e i programmi di sviluppo che accompagneranno le singole richieste di istituzione di ZES, di creare nuovi investimenti e reali possibilità di ulteriore sviluppo economico dei territori interessati. Il Governo, alla luce del quadro normativo delineato, è fiducioso sul fatto che nei prossimi mesi giungeranno una serie di proposte e progetti da parte delle regioni.

 

(tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 27 settembre 2017