28 giugno 2017 - Camera
Fedeli: procedure accreditamento Scuole di specializzazione medica
Interrogazione on. Gian Luigi Gigli (DeS-CD)

 Presidente, onorevole Gigli, come è noto, in data 13 giugno, ho firmato, insieme alla Ministra Lorenzin, il decreto che ha definito gli standard, i requisiti e gli indicatori di attività formative ed assistenziali delle Scuole di specializzazione di area sanitaria. Ha preso così il via una riforma strutturale di queste Scuole; le nuove regole di accreditamento delle strutture utilizzabili per la formazione delle specializzande e degli specializzandi prevedono oggi parametri più rigorosi ed efficaci, come chiesto da tempo dal mondo universitario e dagli interlocutori coinvolti. L'Osservatorio nazionale per la formazione medica specialistica esprimerà il proprio parere sull'accreditamento delle Scuole se le reputerà adeguate agli standard, ai requisiti minimi di idoneità e agli indicatori di performance, insieme all'ANVUR si procederà ad una verifica della qualità scientifica dei docenti, mentre l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, l'AGENAS, valuterà le performances delle strutture.

Il Ministero ha posto in essere tutte le attività necessarie a consentire il perfezionamento delle procedure di riordino in tempo utile per l'emanazione del bando di concorso di ammissione dei medici alle suddette Scuole riordinate per l'anno accademico 2016-2017. Abbiamo scelto di procedere subito con le nuove regole, per garantire che le nuove specializzande e i nuovi specializzandi siano inseriti in percorsi accreditati e secondo criteri di sempre maggiore qualità e trasparenza, affinché già la prossima selezione risponda di più alle attese delle nostre laureate e dei nostri laureati in medicina. Per agevolare l'immissione dei dati da parte degli atenei si è proceduto ad implementare la banca dati informatizzata di gestione delle procedure di accreditamento per le quali è stato previsto un certo lasso di tempo, ritenuto congruo e compatibile con i successivi ulteriori necessari adempimenti.

Il Ministero ha anche inoltrato a tutti gli atenei una nota illustrativa dell'applicativo informatico. Il cronoprogramma è stato condiviso il 27 aprile ultimo scorso con una mia nota rivolta a tutti gli attori istituzionali coinvolti, che hanno manifestato apprezzamento per il lavoro svolto ed assicurato il massimo impegno ad attenersi alla tempistica indicata. Proprio questa mattina, tuttavia, è pervenuta la richiesta di proroga del termine da parte della CRUI, proroga che verrà accordata al 10 luglio prossimo venturo, termine ultimo per garantire che l'immissione dei dati sia comunque funzionale a rendere operativo il nuovo sistema di accreditamento già al prossimo bando di concorso per l'anno accademico 2016-2017, per non disattendere le aspettative di tutti.

 

Tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati

Ultimo aggiornamento: mercoledì 28 giugno 2017