5 aprile 2017 - Camera
Poletti: salvaguardare i livelli occupazionali in Alitalia-Cai
Interrogazione on. Michele Mognato (MPD)

Grazie, Presidente, grazie, onorevole. Premesso che, come già detto in questa sede dal Ministro Calenda, Alitalia è e deve rimanere una compagnia aerea privata, il Governo è attivamente coinvolto con i Ministri del lavoro, dello sviluppo economico e delle infrastrutture e dei trasporti nell'analisi della situazione di Alitalia e nell'individuazione di possibili misure che consentano, da un lato, di garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali e, dall'altro, di consentire il superamento della crisi aziendale nella consapevolezza del ruolo strategico che Alitalia riveste per il trasporto aereo del nostro Paese. Alitalia, infatti, è un'azienda importante per un Paese che vive di export e di turismo e, pertanto, il Governo intende supportare il processo di ristrutturazione e di rilancio, nonché vigilare sull'attuazione del piano industriale. A questo fine è stato istituito, presso il Ministero dello sviluppo economico, un tavolo di approfondimento dei vari aspetti del piano industriale a cui partecipano i rappresentanti dell'azienda e i sindacati. In quella sede si sta sviluppando il confronto, anche con riferimento agli elementi di criticità rilevati dagli interroganti, con la finalità di avere informazioni puntuali e approfondite sul merito del piano industriale presentato da Alitalia.

Come è noto, il Governo ha esplicitamente affermato che il taglio dei costi di Alitalia è necessario per avere i conti in equilibrio e non può scaricarsi solo o principalmente sul personale, ma deve riguardare l'intero perimetro di gestione aziendale. Ed è su queste premesse che si sta sviluppando l'azione del Governo.

Con riferimento alle misure rivolte ai lavoratori, per le quali è indispensabile un accordo con le organizzazioni sindacali - per il raggiungimento del quale il Ministero del lavoro assiste attivamente le parti -, andrà valutata la possibilità di ricorrere a strumenti di sostegno al reddito. Al riguardo, faccio presente che con un decreto del 4 aprile il Ministero del lavoro ha autorizzato il trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria a seguito della stipula di un contratto di solidarietà per il periodo dal 1° marzo 2016 al 31 agosto 2017, nei confronti di 4.823 unità su un organico complessivo di 11.462. Inoltre, eventualmente, il personale potrà essere ammesso alle tutele appositamente previste dal Fondo trasporto aereo, al fine di erogare ai lavoratori del settore prestazioni integrative degli ammortizzatori sociali previsti dalla normativa vigente e così come previsto dal regolamento del Fondo. Confermo, quindi, l'impegno pieno del Governo ad essere vigile, attento e attivamente impegnato intorno alla vicenda Alitalia.

 

 

 (tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

Ultimo aggiornamento: mercoledì 5 aprile 2017