5 luglio 2017 - Camera
Galletti: realizzazione centrale termica solare a Gonnosfanadiga (provincia Medio Campidano)
Interrogazione on. Roberto Capelli (DeS-CD)

Grazie all'onorevole interrogante. Con riferimento alla realizzazione del progetto in questione, si rappresenta in via preliminare che l'intervento è stato sottoposto alle procedure di VIA, di valutazione di impatto ambientale. In tale contesto la commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale del Ministero ha espresso un parere di compatibilità ambientale positivo, a condizione che vengano rispettate specifiche prescrizioni. In particolare nella sua valutazione la commissione ha sostanzialmente ritenuto che la realizzazione del progetto è in linea con il raggiungimento degli obiettivi dell'Unione europea e del nuovo pacchetto clima-energia 2030, nonché con la normativa nazionale in tema di energie rinnovabili.

La commissione ha ritenuto comunque che l'osservanza del quadro prescrittivo, le limitazioni, mitigazioni e compensazioni previste, garantiscano il superamento degli eventuali possibili impatti derivanti dal progetto in esame. Il parere della Commissione VIA prevede infatti un numero consistente di prescrizione da ottemperare in fase di progettazione, realizzazione ed esercizio dell'opera, che riguardano le misure di mitigazione, compensazione, la gestione della terra e rocce da scavo, l'ambiente idrico, le misure antincendio, il monitoraggio ambientale e le radiazioni ionizzanti per quanto riguarda l'elettrodotto interrato connesso all'opera.

In totale sono dodici le prescrizioni principali, ciascuna delle quali è articolata in sottoprescrizioni di dettaglio che mirano a garantire la compatibilità ambientale dell'opera nel contesto specifico.

Per lo stesso progetto, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo si è espresso con parere negativo, evidenziando in particolare che non è stato possibile valutare tutti gli impatti che la costruzione del progetto potrebbe generare sui valori paesaggistici e culturali esistenti. Al fine di superare il contrasto tra il parere espresso dalla Commissione VIA-VAS e il parere del Ministero dei beni e delle attività culturali, la questione è stata deferita al Consiglio dei ministri per una complessiva valutazione il cui iter è ancora in corso. Per completezza di informazione si segnala che la documentazione progettuale, le osservazioni del pubblico e i pareri degli enti interessati dalla realizzazione del progetto pervenuti nel corso dell'intero iter istruttorio, sono pubblicati sul portale delle valutazioni ambientali del Ministero dell'ambiente.

 

Tratto dal resoconto stenografico Camera dei Deputati

Ultimo aggiornamento: mercoledì 5 luglio 2017