8 febbraio 2017 - Camera
Lorenzin: mantenere destinazione sanitaria dell’ex ospedale militare Casagiove (CE)
Interrogazione dell'on. Giovanna Petrenga (FdI-AN)

Presidente, rispondo agli onorevoli interroganti ricordando preliminarmente che, nell'attuale assetto costituzionale delle competenze statali e regionali in materia sanitaria, la parte organizzativa è in mano alle regioni. Lo dico anche rispondendo un po’ implicitamente ad altre sollecitazioni che sono venute dalle risposte: noi agiamo nell'ambito delle nostre competenze, quindi il Ministero della salute non può intervenire sulla programmazione ospedaliera regionale, se non per verificare il rispetto degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi riguardanti l'assistenza ospedaliera così come definiti da ultimo con il decreto ministeriale n. 70 del 2015. 
Venendo al merito della questione posta, posso riferire che la struttura commissariale per l'attuazione del piano di rientro del disavanzo del settore sanitario della regione Campania ha comunicato che l'ex ospedale militare di Casagiove (Caserta), appartenente al demanio militare, non è contemplato nella programmazione della nuova rete ospedaliera regionale, approvata con il decreto del commissario ad acta n. 33 del 2016, e non è pertanto al momento possibile destinare a tale struttura i finanziamenti previsti dalla legge sull'edilizia sanitaria; il che non significa che la popolazione del comune di Casagiove sia priva di assistenza sanitaria, in particolare con riferimento a quell'ambito particolarmente delicato costituito da malattie oncologiche, che sono purtroppo in costante aumento anche nel nostro Paese. La struttura commissariale per l'attuazione del piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della regione Campania ha infatti precisato che, nello stesso territorio, nelle immediate vicinanze della località di Casagiove opera per l'azienda ospedaliera «Sant'Anna e San Sebastiano», ospedale inserito nella rete oncologica della regione Campania ed al quale sono stati destinati specifici investimenti finanziari. Per le altre patologie, cure e assistenza che lei ha citato adesso, sarà mia cura accertarmi dell'inserimento nella rete campana e di verificare che ci sia una garanzia di accesso ai servizi per i cittadini dell'area.

(dal resoconto stenografico Camera dei Deputati)

 

 

 

Ultimo aggiornamento: mercoledì 8 febbraio 2017